Home VisitaVisita Ayutthaya Ayutthaya, l'antica capitale del Siam

Ayutthaya, l'antica capitale del Siam

by Pierreto
Ayutthaya, l'antica capitale del Siam

La città di Ayutthaya è una delle antiche capitali del Regno del Siam, il suo parco archeologico è da scoprire e si trova a soli 75 km a nord di Bangkok.

La vecchia e nuova città di Ayutthaya

L’antica città il cui nome completo è Phra Nakhon Si Ayutthaya fu distrutta dagli eserciti birmani del re Hsinbyushin nel 1767. Le sue rovine sono state costituite come Parco Storico.

La nuova città è stata ricostruita pochi chilometri più a est e si trova alla confluenza di Chao Phraya e Pa Sak.

Etimologia

Il nome Ayutthaya deriva dal nome della città di Ayodhya, India. Questa città è infatti quella di Rāma, eroe di Rāmāyana. Questo nome significa “che non può essere conquistato” in sanscrito.

Storia della città vecchia

La città, fondata nel 1350, fu la seconda capitale del Regno del Siam.

Tra il XIV e il XVIII secolo, questa fiorente città divenne una delle città più grandi e cosmopolite del mondo, nonché un centro mondiale per la diplomazia e il commercio.

Ayutthaya è stata costruita su un’isola circondata da tre fiumi che la collegano al mare, in una posizione strategica sopra il bar del Golfo del Siam.

Questa posizione la proteggeva dagli attacchi delle navi da guerra straniere e la proteggeva anche dalle inondazioni stagionali.

Antica mappa di AyutthayaLa città fu attaccata e rasa al suolo nel 1767 dall’esercito birmano, che cacciò i suoi abitanti.

Non è mai stata ricostruita nello stesso luogo e le sue rovine costituiscono oggi un vasto sito archeologico.

Questo sito del patrimonio mondiale si trova nel territorio del distretto di Phra Nakhon Si Ayutthaya, la sua area è di 289 ettari.

Conosciuta da fonti e mappe contemporanee, la pianta della città si basava su una rigida griglia di strade e canali circondati da fossati.

Approfittando della posizione della città al centro di tre fiumi, la sua rete di approvvigionamento idrico, unica al mondo, era di una tecnologia molto avanzata.

Idealmente situata nella parte superiore del Golfo del Siam, a pari distanza dall’India e dalla Cina e abbastanza a monte per resistere alle potenze arabe ed europee in espansione nella regione, la città stessa era in procinto di stabilire ed espandere il suo potere colmando il vuoto lasciato dalla caduta di Angkor.

Divenne così un vero e proprio centro economico e commerciale su scala regionale e globale, e un ponte tra Oriente e Occidente.

La Corte Reale di Ayutthaya scambiava ambasciatori in tutto il mondo, anche alla Corte di Versailles in Francia e alla Corte Mughal di Delhi, così come con le Corti Imperiali del Giappone e della Cina.

Il governo impiegava stranieri e altri vivevano in città a titolo personale.

Sotto il palazzo reale c’erano le enclavi di commercianti e missionari stranieri, ogni edificio ha un proprio stile architettonico e storico/rurale.

Ci sono state quindi molte influenze straniere nella città e le rovine di Ayutthaya hanno conservato la traccia di questa diversità artistica e architettonica.

Ambasciatore del Siam a Luigi XIV

Ambasciatore del Siam

L’Ayutthaya Art School testimonia l’ingegno e la creatività della civiltà locale, ma anche la sua capacità di assimilare una moltitudine di influenze straniere.

I grandi palazzi e monasteri buddisti costruiti nella capitale, come Wat Mahathat e Wat Phra Si Sanphet, testimoniano la vitalità economica e l’abilità tecnica e allo stesso tempo incarnano una tradizione intellettuale.

La decorazione di tutti gli edifici ha utilizzato il meglio dell’artigianato e dell’arte murale, combinando ecletticamente gli stili tradizionali di Sukhothaï, ereditati da Angkor e presi in prestito dal XVII e XVIII secolo in Giappone, Cina, India, Persia ed Europa.

Una ricca e unica espressione di una cultura cosmopolita all’origine della fusione degli stili artistici e architettonici della futura era Rattanakosin e dei periodi successivi.

Ayutthaya Painting

Pittura Ayutthaya

Quando la capitale del regno restaurato è stata spostata a valle e una nuova città costruita a Bangkok, è stato il modello urbano e lo stile architettonico di Ayutthaya che è stato cercato di essere riprodotto.

Molti architetti e muratori di Ayutthaya hanno poi lavorato alla costruzione della nuova capitale.

Questo desiderio di riproduzione si riferisce alla filosofia urbanistica delle tante città del mondo che lottano per la perfezione della mitica città di Ayodhaya.

In Thailandia, il nome ufficiale della capitale Bangkok contiene ancora il nome “Ayutthaya” (vedi nome completo di Bangkok).

La vecchia città oggi

La parte storica è in parte costituita dalle rovine dei suoi antichi templi (o wat).

Queste rovine rappresentano una quindicina di siti, tra cui un Buddha bugiardo.

Mentre al momento della loro costruzione i templi e le sculture erano interamente rivestiti di intonaco bianco, questo si è deteriorato nel tempo e ora copre solo una piccola parte degli edifici.

Il mattone rosso sottostante è ora nudo.

Wat Na Phra Men è l’unico tempio d’epoca ancora in buone condizioni e attivo oggi.

La nuova città di Ayutthaya è un luogo piacevole e tranquillo, dove troverete un’ampia scelta di hotel e ristoranti.

Se passate una notte ad Ayutthaya, non perdetevi il mercato notturno (in tailandese: talat nat) che è Thanon Bang Ian (Thanon = strada in tailandese).

Cose da vedere e da fare in Ayutthaya

L’ufficio del turismo

E ‘un buon punto di partenza per ottenere mappe gratuite, vedere una mostra sulla storia della città, i suoi abitanti, le sue specialità culinarie e le principali attrazioni turistiche.

Indirizzo: Pratu Chai Sub-distretto, Phra Nakhon Si Ayutthaya, provincia di Ayutthaya 13000, Thailandia

I musei

Centro di studi storici di Ayutthaya

Su Rojana Rd.

Interessante museo che colloca i resti della città in una prospettiva storica.

Gran parte del museo è dedicata alle relazioni del Siam con gli altri popoli, ma anche alla vita della città, all’arte e alla cultura.

Ingresso: stranieri: adulti 100 baht, bambini 50 baht.

Baan Olandese

Situato a Soi Kan Rua e aperto dalle 9:00 alle 17:00.

Questo centro d’informazione è stato offerto a re Bhumibol e al popolo tailandese dall’ex regina Beatrice dei Paesi Bassi.

Si trova sulla riva orientale del fiume Chao Phaya, sul sito del padiglione olandese che vi fu costruito nel 1608.

Ha lo scopo di raccontare la storia della colonizzazione olandese, il suo funzionamento, la sua vita e le sue interazioni con la società siamese.

Il museo offre un apprendimento informale combinando educazione e divertimento.

Biglietto d’ingresso: 50 baht

Il Museo Nazionale di Chantharakasem

Su Uthong Rd, aperto dalle 09h00 alle 16h00.

È l’antica residenza del re Naresuan il Grande, costruita nel 1577.

Biglietto d’ingresso: 100 baht (stranieri)

Museo Nazionale Chao Sam Phraya

La maggior parte dei tesori di Ayutthaya sono stati rubati, bruciati e fusi da eserciti o cacciatori di tesori.

Alcuni dei pezzi sono sopravvissuti e sono esposti in questo museo.

La maggior parte della ricchezza sono statue d’oro trovate a Wat Ratchaburana e Wat Phra Mahathat.

Biglietto d’ingresso: 150 baht (stranieri)

Trovare un hotel a Ayutthaya

Non avrete problemi a trovare posti in hotel, ma se venite tra novembre e febbraio, l’alta stagione in Thailandia, è meglio prenotare in anticipo.

Troverete il miglior rapporto qualità/prezzo confrontando le offerte delle più grandi piattaforme attraverso il nostro partner: Hotel a Ayutthaya su Hotellook.

Foto Ayutthaya

Wat Phra Sri Sanphet
Wat Phra Sri Sanphet
Wat Phra Si Sanphet Ayutthaya
Wat Phra Si Sanphet à Ayutthaya
Wat Phra Ram
Wat Phra Ram
Wat Phanan Choeng
Wat Phanan Choeng
Ayutthaya, l'antica capitale del Siam
[:fr]Wat Chaiwatthanaram[:en]Wat Chaiwatthanaram[:]
[:en]Tuk tuk in Ayutthaya[:]
[:en]Tourists in front of Ayutthaya Buddha's head[:]
[:fr]Tête de Bouddha dans les racines à Ayutthaya[:en]Buddha head in the roots in Ayutthaya[:]
[:en]Temples of Ayutthaya[:]
[:en]Temples of Ayutthaya[:]
[:en]Temples of Ayutthaya[:]
[:en]Ayutthaya Temples[:]
[:en]Naresuan road in Ayutthaya[:]
[:en]Bang Pa In Chinese Palace[:]
[:en]Buddha head in the roots in Ayutthaya[:]
[:en]Bang Pa In pavillon[:]
[:en]Buddha statue in Ayutthaya[:]
[:en]Three pagodas of Ayutthaya[:]

Video Ayutthaya

Come arrivare a Ayutthaya

Per confrontare i prezzi dei trasporti, controllare gli orari o prenotare un biglietto aereo, autobus, treno o nave vedi: 12go.asia.

In treno

Dalla stazione Hua Lamphong di Bangkok.

In autobus

Dalla stazione degli autobus di Bangkok Nord (Mo chit) gli autobus con aria condizionata partono per Ayutthaya ogni mezz’ora dalle 5:30 am alle 19:20 pm.

Molti autobus non climatizzati per Bang Pa-in, Bang Sai e Ayutthaya partono tra le 5:30 am e le 19:20 pm.

In auto

1- Prendere l’autostrada 1 (Phahonyothin Road) poi l’autostrada 32 verso Ayutthaya.

2- Prendere l’autostrada 304 (Chaengwattana Road) o l’autostrada 302 (Ngamwongwan Road), poi girare a destra sull’autostrada 306 (Tiwanon Road) e poi sull’autostrada 3111 (Pathum Thani Sam Khok Sena) e infine girare a destra in Sena sull’autostrada 3263.

3- Prendere l’autostrada 306 attraverso Nonthaburi e Pathum Thani e poi l’autostrada 347.

Viaggiare in città

I minibus partono dalla stazione degli autobus per il centro città, il tragitto dalla stazione al centro città costa circa 20 baht.

Noleggiare un minibus per spostarsi in città costa tra i 250 e i 300 baht al giorno.

I minibus in servizio tra Ayutthaya e Bang Pa-In partono dal Chao Prom Market alle 6:30 del mattino.

Il prezzo è di circa 30 baht e il viaggio dura circa 50 minuti.

È anche possibile:

Noleggio bici per circa 50 baht/giorno

Noleggio moto per circa 250-300 baht/giorno

Utilizzando i servizi di un tuk tuk tuk tuk……..

Mappe Ayutthaya

troverete altre mappe sul forum: Mappe Ayutthaya

Mappa della città

Mappa della provincia
carte de la province d'Ayutthaya

Mappa del parco storico

Google Map


Fonte: whc.unesco.org; wikipedia.org ; Foto : Wat Chaiwatthanaram : PlusMinus ; Wat Phra Si Sanphet : Ahoerstemeier ; Mappa del Parco Storico : Heinrich Damm

How useful was this post?

Click on a star to rate it!

Average rating / 5. Vote count:

No votes so far! Be the first to rate this post.

As you found this post useful...

Follow us on social media!

We are sorry that this post was not useful for you!

Let us improve this post!

Tell us how we can improve this post?

You may also like

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.