Città, Isole e ProvinceVisita Phuket

Phuket, la guida completa per scoprire la Perla delle Andamane

Guida di Phuket, l’isola che con il suo clima tropicale, i suoi magnifici paesaggi, le sue spiagge paradisiache, tutte le attività proposte (immersioni, arrampicata, parapendio….) e la sua vita notturna gode di una grande popolarità come meta di viaggio.

Vedi anche:
Le dieci spiagge più belle di Phuket.

Descrizione

L’isola di Phuket (in tailandese: เกาะภูเก็ต), che è anche una provincia, è l’isola più grande di Thailandia, si trova a 867 km a sud di Bangkok, la capitale.

La popolazione è un melting pot di bouddhists, thailandesi-cinesi, musulmani e zingari di mare, i Mokens.

La maggioranza della popolazione delle zone rurali è musulmana.

La popolazione rurale parla un dialetto meridionale.

città di Phuket

Città di Phuket-città

Il clima

L’isola gode di un clima molto piacevole, caldo e umido tutto l’anno.

La stagione calda è generalmente considerata come una stagione che va da marzo ai primi di maggio, la stagione delle piogge da maggio a ottobre.

Quando andare a Phuket

Gli abitanti considerano il periodo da novembre a febbraio come la stagione “fresca”, è la stagione turistica preferita, l’alta stagione.

Seguire le previsioni meteo per provincia di Thailandia

Geografia

 

Carte de Phuket

.Phuket in giallo

L’isola si trova nel Mare delle Andamane, nella parte occidentale della penisola malese.

Ha una catena montuosa allineata da nord a sud.

La vetta più alta sale a 529 m sul livello del mare a Mai Tha Sip Song (che significa: le dodici canne).

Il 70% dell’isola è ancora coperto da foreste, tra cui una bella foresta primaria che raramente viene visitata dai turisti.

Il lato occidentale ha diverse belle spiagge sabbiose, mentre sulla costa orientale sono fangose.

Laem Promthep è il punto più a sud dell’isola, è molto popolare per i suoi tramonti.

Laem Promthep

.Laem Promthep

Regioni

 

Carte de Phuket

Isola Ovest

Bang Thao, Kamala, Karon, Kata, Kata, Laem Sing, Mai Khao, Nai Thon, Nai Yang, Patong, Surin.

Questa regione è la più famosa in tutto il mondo.

C’è una grande varietà di spiagge, alcune delle quali sono piene di visitatori ogni anno.

Patong è uno dei luoghi più famosi da festeggiare in Asia.

A sud-est dell’isola

Baia di Chalong, Capo Panwa, Nai Han, Rawai, Ya Nui.

Questa parte ha alcune spiagge che meritano una visita.

Chalong Bay è la città più grande, funge da porto per le navi provenienti da Phang Nga Bay.

Isola Centrale

Bang Rong, Ko Sire, Phuket-Town, Khao Phra Taew National Park, Thalang).

Oltre alla città di Phuket, l’interno dell’isola è raramente visitato dai turisti.

Questa distesa montuosa e fertile è composta da foreste di mangrovie, villaggi di pescatori, piantagioni di alberi della gomma, piantagioni di ananas, piccole comunità musulmane e allevamenti di gamberi.

Phra Taew National Park è una grande fuga dalla folla di turisti.

Per vedere e fare a Phuket

Spiagge, vita notturna e shopping

L’isola è visitata principalmente per le sue spiagge e la vita notturna.

Patong Beach, è il luogo dove si concentra la maggior parte della vita notturna ed è anche il centro commerciale più economico dell’isola.

Patong Range

Gamma di patong

Altre spiagge popolari sono Karon, Kata, Bang Tao e Nai Harn.

Molte attività

Ci sono molte attività da praticare sull’isola:

Bungee jumping, karting, quad nella giungla, arrampicata, paramotore, parapendio, parapendio, tree climbing (un’attività popolare che consiste nel muoversi con i cavi, dall’albero all’albero), tiro all’AK47, equitazione sulla spiaggia, golf e molti altri…..

Vedi il nostro articolo :
Cosa fare a Phuket, le 10 attività da non perdere.

Impossibile annoiarsi!

Il festival vegetariano

 

Festival Végétarien de Phuket 8

Festival Vegetariano

Questa festa si svolge ogni anno durante il nono mese del calendario lunare cinese, di solito alla fine di settembre o all’inizio di ottobre.

I partecipanti consumano cibo rigorosamente vegano per 10 giorni per purificarsi e partecipare a parate e rituali sacri dove camminano sul fuoco e trafiggono diverse parti del loro corpo con vari oggetti!

Vedi :
Il festival vegetariano a Phuket e in tutta la Thailandia.

Centro di riabilitazione dei gibboni

In Thailandia, la popolazione selvaggia di Gibbon ha sofferto terribilmente per il bracconaggio dei bambini, l’esecuzione delle madri e dei Gibbon addomesticati che vengono abbandonati o uccisi perché diventano aggressivi da adulti.

Il progetto Gibbons nel Khao Phra Thaeo National Park, vicino alla cascata Bang Phae, mira a salvare i Gibbons che sono stati abbandonati, riapprendendoli a vivere in un ambiente selvaggio.

Puoi contribuire al successo di questo progetto di riabilitazione acquistando magliette o facendo donazioni.

È inoltre possibile partecipare al programma di volontariato.

Per saperne di più, vedi il nostro articolo:
Rifusi per farsi fotografare con un bambino Gibbon tra le braccia.

Trovare un hotel a Phuket

Non avrete problemi a trovare posti in hotel, ma se venite tra novembre e febbraio, l’alta stagione in Thailandia, è meglio prenotare in anticipo.

Troverete il miglior rapporto qualità/prezzo confrontando le offerte delle piattaforme più grandi attraverso il nostro partner: Hotel a Phuket su Hotellook

Trasporto a Phuket

L’isola ha un aeroporto internazionale e un ponte che la collega al resto del paese, dato il successo della regione con i turisti, ci sono molti modi per arrivarci!

Potete farvi un’idea del prezzo del trasporto in barca, autobus, treno, aereo o prenotare i biglietti con 12go.asia.

Destinazione o allontanamento dall’isola

In aereo

L’aeroporto internazionale si trova a 30 km a nord della città, nella città di Phuket.

È possibile trovare i prezzi più bassi per i voli a lungo raggio per Phuket confrontando per periodo con

Un volo Bangkok-Phuket dura meno di 1h30 e costa da 600 a 4000 baht (600 con compagnie aeree low cost in bassa stagione).

In autobus

Il viaggio in autobus Bangkok-Phuket dura circa 14 ore.

Da Bangkok, gli autobus per l’isola partono dalla stazione degli autobus Sai Tai Tai Taling Chan (Southern Bus Terminal).

Troverete anche gli autobus bangkok-Phuket alla stazione degli autobus Mo Chit (Northern Bus Terminal).

La maggior parte degli autobus per l’isola vi porterà alla stazione degli autobus della città di Phuket, da lì potrete trovare autobus o taxi per raggiungere le varie spiagge dell’isola.

In treno

Dalla stazione Hua Lamphong di Bangkok, è necessario prendere un treno per Surathani, la stazione più a sud del paese, da lì è possibile trovare autobus per raggiungere l’isola.

In viaggio verso Phuket

taxi per motociclette

Mototaxi

Si tratta di un modo rapido ed economico per girare l’isola, se avete uno zaino grande, potete chiedere all’autista di prenderlo tra le gambe.

Songtaew

Song TaewSong taew o song téou significa due panchine (song = due; taew = bench), sono dotate di pick-up. Un modo economico di viaggiare tra le diverse piazze dell’isola

Taxis e tuk tuk tuk

I taxi non sono più autorizzati a portare via i clienti dall’aeroporto, la mafia tuk-tuk controlla il mercato.

I tuk-tuktuk non hanno una buona reputazione sull’isola, prezzi gonfiati, truffe, sono oggetto di molte lamentele.

Purtroppo dopo le 17:00 sono spesso l’unica alternativa per viaggiare nelle zone turistiche.

Noleggiare un’auto o una moto

Si consiglia di controllare lo stato dell’auto o della moto prima di noleggiare, se ci sono già graffi, è possibile scattare foto di loro per evitare eventuali truffe.

Un noleggio auto al giorno costa tra il 1000 e il 2000 baht.

Troverete scooter a noleggio giornaliero per 150 baht in bassa stagione e fino a 400 baht in alta stagione.


Vedi anche:
Trasporto in Thailandia, viaggio nella terra dei sorrisi.

La storia dell’isola

L’isola era conosciuta dagli europei dal XVI e XIX secolo come Djonkseylon, il suo nome siamese era Koh Thalang (isola di Thalang).

L’isola, nota per la sua ricchezza di peltro, attirava i desideri degli stranieri. Nel 1685 i francesi riuscirono ad ottenere il monopolio sullo stagno ma nel 1688 furono costretti a lasciare il Siam.

Nel 1785, il navigatore Sir Francis Light passò dall’isola e avvisò l’amministrazione locale che l’esercito birmano si stava preparando per un attacco.

Kunying Jan, la moglie del governatore dell’isola appena scomparsa, e sua sorella Mook decisero di reagire e riunirono tutte le forze dell’isola.

Le due sorelle e i loro eserciti resistettero coraggiosamente alla resistenza dei birmani che, dopo un mese di assedio, furono costretti a ritirarsi il 13 marzo 1785.

Da allora, le due donne sono diventate eroine locali, ricevendo da Re Rama I i nomi onorifici di Thao Thep Kasatri e Thao Sri Sunthon.

Negli anni venti del XIX secolo, lo sfruttamento della preziosa latta fu finalmente affidato a commercianti cinesi.

Durante il regno del King Chulalongkorn (Rama V), l’isola era il centro amministrativo della produzione di stagno.

Nel 1933 l’isola divenne una provincia.

Il 26 dicembre 2004, la costa occidentale dell’isola è stata colpita da un terribile tsunami causato da un terremoto in Indonesia, in ricordo di questa tragedia, è stato costruito un monumento commemorativo sulla spiaggia di Patong.

simboli

simbolo di Phuket

.simbolo del tuffo

Il sigillo provinciale mostra le due eroine della provincia, Thao Thep Kasattri e Thao Sri Sunthon.

L’albero provinciale è il palissandro birmano (Pterocarpus indicus), e il suo fiore è il fiore del pepe (Bougainvillea sp.).

Foto di Phuket

Video

Presentazione delle numerose attrazioni e cose da fare sull’isola:

Mappe phuket

Singola mappa dell’isola

Carte de Phuket

Google Map

Potete trovare altre mappe qui:
Mappe di Phuket Island


Fonte: www.wikipedia.org/; wikitravel.org Foto: Kamala Beach: Gossipguy, costa occidentale dell’isola: Oberpepepepepe; Festival Végétarien: Joseph Ferris III ; Laem Promthep : edwin ; plage de Patong : jbremer57

How useful was this post?

Click on a star to rate it!

Average rating / 5. Vote count:

No votes so far! Be the first to rate this post.

As you found this post useful...

Follow us on social media!

We are sorry that this post was not useful for you!

Let us improve this post!

Tell us how we can improve this post?

Tags

Pierreto

Settled in Thailand since a few years (with trips to Laos, Vietnam, Cambodia), I love this country and its inhabitants, the real country of Smiles! Sorry for any translation errors that may occur. Feel free to mention them in the comments, I will correct them. Thank you.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Praesent vulputate, felis ultricies consequat. commodo Praesent libero
Close

Adblock Detected

We’ve detected that you are using some adblocking software which is preventing the page from fully loading. We do not implement annoying types of ads!

We need money to operate the site, and almost all of it comes from our online advertising. Please add thai369.com to your ad blocking white list.

That’s one small step for YOU, one giant help for US!